Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
UniFi Dottorato di Ricerca in Storia delle Arti e dello Spettacolo

XXXVI ciclo

 

Breghtje Dik

Breghtje Dik ha compiuto la triennale in Storia dell’arte con una doppia specializzazione in Arte medievale, e Restauro e conservazione dei beni culturali. La sua tesi di triennale, svolto sotto la supervisione di professore Hugo van der Velden, ha riguardato il Ritratto di Lysbeth van Duvenvoorde (ca. 1425), il più antico ritratto che ci è noto nella pittura olandese. La magistrale Arts of the Netherlands, un programma selettivo distinta da una collaborazione tra l’Università di Amsterdam e il Rijksmuseum ad Amsterdam, l’ha portato un tirocinio di sette mesi al Museo nazionale del Bargello a Firenze. Durante questo periodo ha iniziato a collaborare con il Progetto PRIN destinato alla realizzazione di un catalogo per il museo, sotto la supervisione di professore Andrea De Marchi, progetto per il quale ha successivamente schedato i dipinti olandesi, fiamminghi e francesi del XV e XVI secolo della collezione Carrand. Si è laureata con la lode per la tesi di magistrale (2019) con professoressa Machtelt Brüggen Israëls, con uno studio approfondito di uno dei capolavori della collezione del Bargello, il Grande Dittico Carrand.

 

Progetto di ricerca: Barthélemy d’Eyck, a versatile court artist

 Dal novembre 2020 è dottoranda di ricerca presso l’Università di Firenze in cotutela con l’Università di Amsterdam. La sua ricerca si concentra sull’artista quattrocentesco Barthélemy d'Eyck, un artista nativo dal piccolo paese di Maaseik, la cui attività si svolse probabilmente prima al corte Borgogna prima di entrare al servizio del duca, conte e re René d’Anjou. Verrà studiato il precorso di questa artista e si tenterà di formulare un corpus fisso di opere attraverso ricerche archivistiche e sulle tecniche.

 

Breghtje Dik

Breghtje Dik studied Art History at the University of Amsterdam. During her bachelor she completed two minor programs, one in Medieval Art and one in Restoration and Conservation. Her bachelor thesis, written under the supervision of professor Hugo van der Velden, regarded the Portrait of Lysbeth van Duvenvoorde (ca. 1425), the earliest preserved individual portrait from the duchy of Holland. In 2017, she enrolled in the selective, biannual Research Master programme Arts of the Netherlands, a collaboration between the University of Amsterdam and the Rijksmuseum in Amsterdam. In 2018 she did a seven-month internship at the Museo nazionale del Bargello in Florence and participated in the PRIN Project aiming to realize a collection catalogue for the museum under the supervision of professor Andrea De Marchi. She was subsequently hired by the project to complete the cataloguing of the Bargello’s Dutch, Flemish and French fifteenth- and sixteenth-century paintings. She graduated cum laude (2019) under the supervision of professor Machtelt Brüggen Israëls with a thesis on the Great Carrand Diptych, one of the masterpieces of the Bargello collection.

 

Research project: Barthélemy d’Eyck, a versatile court artist

Since November 2020 she is enrolled as a PhD candidate at the University of Florence, with a joint PhD with the University of Amsterdam. Her research focusses on the fifteenth-century artist Barthélemy d’Eyck. Originally from the small town of Maaseik, his career develops mostly in present-day France probably setting out at the Burgundian court before entering in the service of duke, count and king René d’Anjou. The trajectory of the artist will be mapped and a core oeuvre will be established through archival and technical research.

 
ultimo aggiornamento: 26-Gen-2021
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arti e Spettacolo Home page

Inizio pagina